Crea sito

Il TG2 parla del referendum del 17 aprile: mentendo

referendum 17 aprile - Vota Sì

referendum 17 aprile - Vota SìSarebbe dovuta essere una buona notizia: finalmente un TG nazionale fa presente che il 17 aprile c’è un referendum grazie al quale i cittadini potranno esprimere il favore o il dissenso alle trivelle petrolifere all’interno delle dodici miglia. E invece no. La seconda testata di Stato usa tutti i 58 secondi dedicati, per bocca della “giornalista” Serena Burattini, a disinformare.

Referendum del 17 aprile: la disinformazione di Stato è cominciata

Nel video, riproponiamo il servizio: vi va di disinnescare con noi le menzogne?

“Voterà Sì (al referendum del 17 aprile, ndr) chi pensa che le trivellazioni non risolveranno i nostri problemi energetici”, spiega la giornalista, subito dopo aver menzionato di striscio le questioni ambientali. “Chi voterà no, considera l’estrazione di gas e petrolio sotto i nostri mari un’attività importante per le nostre esigenze energetiche”. Che ve ne pare? E’ o non è un capolavoro di mistificazione? La questione così posta suggerisce che gli eventuali gas e petrolio estratti potrebbero essere un bene per il nostro fabbisogno energetico, cioè, che gas e petrolio estratti saranno nostri. La verità, è che su suolo (o, sottosuolo) pubblico, privati faranno i loro interessi.

“Inoltre, la trivellazione è considerata un’attività sicura“. Domanda: da chi? Chi la considera “un’attività sicura”? GreenPeace? Legambiente? Il Governo? Chi, di grazia?

E poi, il capolavoro finale: “Sulle piattaforme marine italiane non è mai avvenuto alcun incidente“. Peccato che uno studio approfondito del Parlamento Europeo ci dica che, sulle 6.000 piattaforme presenti nei mari europei, dal 1990 al 2007 vi siano stati 9.700 incidenti. E qual è la Nazione col maggior numero di incidenti, ben 1.300? L’Italia.

Certo, non si tratta di incidenti come quello della Exxon Valdez, o quelli più recenti in Equador, ma sufficienti perché nel rapporto di ISPRA reso noto da GreenPeace, dopo molto ostruzionismo, si noti come attorno alle piattaforme esistenti nel 79% dei casi i valori siano ben al di fuori del consentito. E’ quanto mai chiaro: sul referendum del 17 aprile, siamo tutti chiamata non solo a fare informazione, ma anche a contrastare la disinformazione.

About sapendo 15 Articles
Sapendo, decido

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.





*

Close