Crea sito

Caffè lungo

E’ molto che non mi esalto più per un’idea politica. Nell’era del web e delle opinioni condivise, spesso senza costrutto, a volte è difficile digerire affermazioni e concetti che in qualche maniera mi danno fastidio, che non condivido, che mi fanno pensare che avere una posizione può essere bello, ma tremendamente arduo da sostenere fino in fondo. Sarebbe mio dovere entrare nei dibattiti, approfondire ed argomentare: non è molto importante se su posizioni opposte o solo per avvalorare tesi altrui, ma proprio per il fatto in sé.

Questo mi dico ed invece passo la mano. Non mi piace, ma questo è ciò che sento in questo periodo. Non sto scrivendo una giustificazione: non ho l’età nè il tempo per dare spiegazioni. Questo è. Mi manca un certo tipo di scrittura, quel volere vedere oltre la vacuità della mia bacheca, che, forse, è troppo vuota e un po’ sbarazzina.

Qualcuno potrebbe dire che sto guardando troppo a me stesso, ma io posso rispondere che forse era ora. Che è il momento che io viva più leggermente le cose. Il che non vuol dire fregarsene di tutto il resto che non sia “io”, ma più prosaicamente cercare un minimo di serenità. E poi mi conosco: è solo una mera questione di tempo e mi ritroverò ad incazzarmi e a “scornarmi contro il vento” (cit.).

Tutto sta nel vedere che persona sarò allora.
Crescere.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.





*

Close